Il Papa dona all’ospedale dell’isola Tiberina un'incubatrice

 

Un dono"inatteso": un gesto di solidarietà, in perfetto stile natalizio, peri piccoli ricoverati del Fatebenefratelli-Isola Tiberina. E la sorpresa diventaancora più grande quando a donare è il Santo Padre.

 

E' successo alFatebenefratelli-Isola Tiberina. L'Ospedale oggi ha ricevuto in dono da PapaFrancesco una nuova incubatrice di GE HealthCare per i bimbi della TerapiaIntensiva Neonatale. Il macchinario era stato donato al Pontefice dalla notaazienda mondiale Bayer nell'udienza dello scorso 21 novembre e tramitel'elemosiniere di Sua Santità, il Cardinale e Arcivescovo Mons. KonradKrajewski, è stato scelto come destinatario del dono, il Fatebenefratelliall'Isola.

 

L'incubatrice è stataconsegnata ufficialmente all'Ospedale nel corso della mattinata del 18 dicembre,alla presenza del Cardinale Krajewski, e di Monica Poggio, AmministratoreDelegato della Bayer Italia. Con loro, il Priore dell'Ospedale, Fra AngelLopez, e il Direttore della Terapia Intensiva Neonatale, Luigi Orfeo.

 

Nel corso dellacerimonia, la benedizione dell'incubatrice, che ora si aggiunge alle 16 culleper il ricovero intensivo e le 13 per il sub-intensivo dello spazio neonatalerecentemente ristrutturato e potenziato per offrire ai piccoli pazienti e alleloro famiglie il massimo della tecnologia con il massimo dell'accoglienza. Unriconoscimento importante quello del Pontefice al lavoro incessante portatoavanti dall'Ospedale nell'assistenza ai neonati e alle loro famiglie.

 

Sono circa 600 i neonati assistiti ogni anno dalla Terapia IntensivaNeonatale del Fatebenefratelli all'Isola Tiberina. Di questi, circa l’80% sonobambini nati pre-termine: creature fragilissime e fortissime al tempo stesso,che hanno bisogno di cure altamente specializzate, assistenza costante ma anchedi amore.

 

 

Copyright © 2019 Fatebenefratelli