Migrazione e rifugiati in Europa

L’impegno dell‘Ordine

   

Cosa fa l’Ordine in Europa dinnanzi all’emergenza della migrazione e deirifugiati? Questa domanda è già stata discussa ampiamente nella ConferenzaRegionale d’Europa svoltasi nel 2016 a Sorrento in Italia. Recentemente laCuria si è impegnata a raccogliere dati più precisi. Il quadro che emerge,indica che l’Ordine in Europa fa molto di più di quanto reso pubblico dalle Provincee dai centri.

10 delle 11 Province dell’Ordine in Europa sono impegnate con progettispecifici nel campo dell’assistenza ai migranti e ai rifugiati. Piùprecisamente, sono 50 i centri europei dell’Ordine a fornire aiuto e assistenzaa migranti e rifugiati. A questi progetti specifici, va aggiunta l’assistenzasanitaria che gli ospedali dell’Ordine prestano a migranti e rifugiatinell’esercizio della loro attività di routine. Sotto questo profilo non èpossibile produrre dati precisi. Solo per 23 dei  50 progetti a favore dei migranti e rifugiati,i nostri centri ricevono aiuti finanziari dallo Stato o da altre organizzazioni.Il resto viene finanziato per intero dall’Ordine. Un dato molto positivo è che19 dei 50 progetti si svolgono in cooperazione con altre organizzazioni.

I dati in sintesi:

Province

Donazioni ad altre organizzazioni

Progetti Ordine unico ente

Progetti in cooperazione

Aiuti finanziari dallo Stato o da altri

Persone assistite

Totale

1

31

19

23

circa 5.800

 

La cifra delle persone assistite (circa 5800) va sicuramente moltiplicataperché non disponiamo di dati esatti sui migranti e i rifugiati che sirivolgono agli ambulatori dei nostri ospedali. Un dato interessante a questoproposito è che un ospedale ha pubblicato una guida specifica in diverse lingueper facilitare ai migranti e ai rifugiati l’utilizzo dei vari servizi. Unaguida analoga è stata approntata anche per gli operatori.

I settori principali nei quali l’Ordine offre aiuto e assistenza aimigranti e rifugiati sono:

Formazione professionale. 7 centri dell’Ordine svolgono specifici programmi peraiutare migranti e rifugiati ad acquisire le nozioni base per poterintraprendere una formazione professionale.

Alloggio, integrazione, insegnamento dellalingua. Sono 30 i centri che sono impegnati inattività di questo tipo.

Iniziative rimarchevoli. Un centro offre assistenza legale gratuita per migrantie rifugiati. Un centro è presente con propri operatori in un campo diaccoglienza per profughi sull’isola greca di Chio. Tre centri svolgonoprogrammi specifici per migliorare la convivenza e l’integrazione trapopolazione locale e migranti e rifugiati (iniziative con la partecipazione siadi persone del luogo sia di migranti e rifugiati).

 

 

Copyright © 2017 Fatebenefratelli